Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

” Articolo 50bis – Su Internet vietata la disobbedienza civile”

Posted by romaguido su 8 febbraio 2009

progetto1

Da Francesco D’Ambrosio:

Nascoste tra le righe, come da mesi ci ha abituato questo Governo di regime, sono bastate 3 parole per cambiare l’informazione su Internet in Italia. In pratica non si può procedere a disobbedire alle leggi, ovvero la disobbedienza civile sarà un reato paragonabile all’istigazione a delinquere. Dobbiamo, nuovamente, reagire! Nell’area discussioni partecipate ed organizziamoci per difendere la rete Internet da questo ulteriore attacco!

«Art. 50-bis. Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet

1. Quando si procede per delitti di istigazione a delinquere o A DISOBBEDIRE ALLE LEGGI, ovvero per delitti di apologia di reato, previsti dal codice penale o da altre disposizioni penali, e sussistono concreti elementi che consentano di ritenere che alcuno compia detta attività di apologia o di istigazione in via telematica sulla rete internet, il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività indicata, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine.

2. Il Ministro dell’interno si avvale, per gli accertamenti finalizzati all’adozione del decreto di cui al comma 1, della polizia postale e delle comunicazioni. Avverso il provvedimento di interruzione è ammesso ricorso all’autorità giudiziaria. Il provvedimento di cui al comma 1 è revocato in ogni momento quando vengano meno i presupposti indicati nel medesimo comma.

3.I fornitori dei servizi di connettività alla rete internet, per l’effetto del decreto di cui al comma 1, devono provvedere ad eseguire l’attività di filtraggio imposta entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000, alla cui irrogazione provvede il Ministro dell’interno con proprio provvedimento.

4. Entro 60 giorni dalla pubblicazione della presente legge il Ministro dell’interno, con proprio decreto, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con quello della pubblica amministrazione e innovazione, individua e definisce i requisiti tecnici degli strumenti di filtraggio di cui al comma 1, con le relative soluzioni tecnologiche.

5. Al quarto comma dell’articolo 266 del codice penale, il numero 1) è così sostituito: “col mezzo della stampa, in via telematica sulla rete internet, o con altro mezzo di propaganda”.”

Annunci

6 Risposte to “” Articolo 50bis – Su Internet vietata la disobbedienza civile””

  1. […] approfondire consulta articolo originale: ” Articolo 50bis – Su Internet vietata la disobbedienza civile … Articoli correlati: Pelushi » Blog Archive » Leggi per Internet e P2P: prima […]

  2. La disobbedienza civile racchiude anche il disaccordo? o solo l’apologia del reato?
    Direi nessuna delle due.
    Ritengo che comuqnue sia giusto rispettare la legge e non incitare a violarla. Se dico “non mi interessa che i cd costino tanto, io scarico da emule” è un conto ma dire: “ragazzi, i cd costano tanto, facciamogliela vedere: scarichiamo da emule e diffondiamo cd pirata” questo è reato. Oddio, se per aver scritto una cosa così ti venogno a prendere a casa e t’arrestano mi pare una cosa abbastanza assurda, anche perchè rischi di avere milioni di falsi positivi. Basta, alla seconda frase, aggiungere la parola “…scherzo!” che tutto il castello accusatorio cade.

    Disobbedire ad una legge non significa fare reato? Allora forse stiamo guardando il dito e non la Luna.

    La disobbedienza civile sta nel mettersi davanti al Montecitorio e attaccasri uno spinello. Ma tu in prima persona devi farlo, non devi incitare a farlo. Certo, il reato è solo quando lo si compie. Dire che “lunedì mattina ci troviamo in piazza per attaccarci uno spinello davanti Montecitorio” non istiga nessuno, chi lo vuole fare lo fa. Se anche questo ricade nella casistica “disobbedire alle leggi” allora il discorso è diverso, ma credo che il disobbedire ad una legge si compia solo quando il reato viene commesso, e quindi nell’istante in cui ti sei acceso lo spinello.

  3. Devo fare una rettifica.

    Il testo è questo http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=16&id=392701&idoggetto=413875

    Il problema sta nel fatto che non si attende la fine del processo ma i siti si possono oscurare subito.

    Qindi se il tal sito parla male di te che stai al governo (solo per fare un esempio!) puoi denunciarlo, parte il processo e quindi lo puoi oscurare. Se risulta innocente lo riaprirà, ma intanto gli hai fatto chiudere il sito per tot anni,visti i tempi della giustizia.

    Quali siti verranno chiusi per primi?

    Io due idee le ho.

  4. romaguido said

    Sul blog di Alberto Vesentini trovate gli aggiornamenti sull’argomento, con l’intervista al Senatore Giampiero D’Alia, che illustra alcuni passi della legge.

  5. […] Fonte: https://tutoronlinequalificati.wordpress.com […]

  6. romaguido said

    Vai al link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: