Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

La net-generation e i pericoli della rete

Posted by romaguido su 29 gennaio 2009

Senso di solitudine, scarsa influenza dei genitori sulle scelte dei figli, incremento nell’uso di Internet, contatti via web con sconosciuti: è quanto emerge dal rapporto 2008 della Società Italiana di Pediatria su “Abitudini e stili di vita degli adolescenti”  .

Dall’indagine appena conclusasi è emerso che circa il 50 % dei giovani si collega quotidianamente ad Internet, ma, a differenza del passato, in cui primeggiavano esigenze culturali,  i servizi più richiesti sono squelli relativi allo svago ed alla socializzazione.

Questi i dati:

–         messenger…………………………………. 75,9%

–         chat ……………………………………………. 70%

–         musica/video  da scaricare………. 76%

–         produzione e visione You-Tube .. 76,5%

Quanto evidenziato consiglierebbe una più incisiva azione dei genitori sulle scelte dei giovani cybernauti; per questo la Società Italiana di Pediatria, in collaborazione con la Società di Medicina dell’Adolescenza, ha approntato un utile

Decalogo per i genitori del giovane internauta

  1. consentire l’uso di Internet al bambino solo se in casa c’è un adulto;
  2. evitare di collocare il computer nella stanza del bambino o posizionare  lo schermo in modo da renderlo visibile a chi entra o soggiorna nella stanza;
  3. impratichirsi all’uso del computer almeno allo stesso livello del bambino  per non dargli la sensazione di poter  operare indisturbato senza possibilità  di controllo;
  4. utilizzare i sistemi di protezione per inibire l’accesso ai siti inidonei;
  5. parlare col bambino circa la sua navigazione in Internet stimolandolo su quanto vede e cercando di rilevare eventuali reticenze;
  6. insegnare al bambino che nelle chat- line non si deve mai dare (nè chiedere) indirizzo, numero di telefono o qualunque informazione che possa identificarlo. Essere chiari(anche se non allarmistici) sui rischi che possono derivare dal contatto in chat con sconosciuti;
  7. evitare che il bambino usi internet  nelle ore serali;(abituarlo ad avvisare sempre i genitori se qualche “amico di  chat” si fa insistente con lui e/o gli chiede informazioni personali o abitudini);
  8. navigare e chattare qualche volta insieme a lui per indurlo ad una confidenza maggiore nel riferire i contenuti delle sue conversazioni in rete;
  9. cercare (per quanto possibile) di evitare che il bambino abbia una sua casella di mail di cui sia il solo a conoscere la pssword di accesso;
  10. costruire insieme al bambino “regole condivise” per navigare in Internet evitando di imporle voi.

Un’altra iniziativa tesa ad arginare i pericoli della rete è la campagna informativa
“Non cadere nella rete! Cyberbullismo e altri pericoli del web“. L’iniziativa,
promossa dal Moige, in collaborazione con la Symantec e la Polizia delle
Comunicazioni e patrocinata dal ministero dello Sviluppo economico, sarà destinata
agli alunni di 28 scuole medie del territorio italiano, ai loro docenti ed ai
loro genitori.

Annunci

3 Risposte to “La net-generation e i pericoli della rete”

  1. Elle said

    Sul tema della protezione della navigazione dei minori su Internet, mi permetto di segnalare un altro utile ed interessantissimo sito http://www.ilfiltro.it

    Quando ero bambina si diceva “non accettare caramelle dagli sconosciuti”…oggi che con la rete, dopo un paio di click siamo tutto un po’ meno “sconosciuti”, forse è più giusto adottare lo slogan del sito: “L’acqua è buona, ma se non è pura, va filtrata. Anche Internet.”

  2. romaguido said

    Grazie, Elle. Di questo tema abbiamo dibattuto a proposito di programmi che aiutino i genitori a curare e o a prevennire i problemi dovuti alla rete. Alberto ci ha aiutato a capire quali possano essere i mezzi più efficaci e assolutamente gratuiti da adotattare; questo il link della discussione.

  3. Luca said

    Sono d’accordo: la Rete è una grande opportunità ma al tempo stesso un possibile campo problematico. La Rete è un luogo senza proprietari, dove l’access è possibile e sembra essere tranquillo e senza rischi. Ma non è così, gli adolescenti molto spesso sono lasciati davanti a un computer (prima era davanti alla televisione) e pensando di saperla tutta e invece nonè così.
    Ne decalogo mi ci trovo appieno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: