Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

Second Life: convegno su “Social Network: i valori della community, le incognite della Rete“

Posted by romaguido su 21 novembre 2008

Riprendiamo la discussione già aperta da Luca sul discusso rapporto tra privacy e social network per segnalarvi un interessante articolo di Cirdan il Timoniere
sull’argomento ed il convegno “Social Network: i valori della community, le incognite della Rete“, che si terrà il 26 Novembre alle ore 21.00 nella Conference Hall di Unacademy su Second Life. Con la moderazione del Prof. Giovanni Boccia Artieri, relazionerà il prof. Francesco Pizzetti, Presidente dell’autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Per chi volesse approfondire l’argomento, riportiamo la “Risoluzione sulla tutela della privacy nei servizi di social network” ed il “Rapporto e Le Linee-guida in materia di privacy nei servizi di social network”, contenente una serie di consigli dedicati agli utenti.

Infine vi proponiamo “Think Bifore You Post”, un video nonproprio recente, che tuttavia mette in guardia dalla pubblicazione disinvolta di foto e dati sensibili nel web.

Annunci

17 Risposte to “Second Life: convegno su “Social Network: i valori della community, le incognite della Rete“”

  1. Cirdan il Timoniere said

    Grazie romaguido per avere citato il mio post nel tuo articolo, dove peraltro cito a mia volta una iniziativa non pensata da me ma alla quale parteciperò volentieri (Insomma più che un blogger, sono un parassita 🙂 )
    Spero che nel frattempo i tuoi problemi di ingresso in SL siano finiti. Ciao e buon lavoro.

  2. romaguido said

    Grazie Cirdan, purtroppo i miei problemi non sono finiti, anzi! Il mio notebook ha pensato bene di farsi attaccare da un esercito di virus e affini ed io, facendo di necessità virtù, ho deciso che lo tradirò presto con un’apparecchiatura che mi permetta di diventare, se non proprio residente, almeno pendolare di SL.
    Buon lavoro anche a te.

  3. Melba said

    Per questo evento bisogna iscriversi sul sito di UnAcademy. Al momento sono rimasti 10 posti liberi.

  4. Luca said

    Ciao Rosamaria,
    che video che hai trovato: bellissimo.
    Ti fa capire tutto e ti ci fa mettere mente. Attenzione a quello che pubblicate nei social network, usate consapevolezza.

  5. posso aprire una discussione? la mia domanda è la seguente:
    ma SecondLife a che serve? ovvero per essere socialmente reperibile devo iscrivermi a tutte le social network?

    e non rispondete “si possono fare conferenze” o per “guadagnare vero denaro” perchè la mia domanda è più ampia e al posto di SL potrei aver messo un qualsiasi altro prodotte del genere…

    so che ne abbiamo già parlato riguardo FaceBook, ma non ne abbiamo parlato così in generale…
    se sono iscritto a FB e a SL sono più attivo “socialmente” rispetto a solo uno dei due (o ad un terzo, of course)?

  6. vero, Luca mi fa ricordare che ho dimenticato di comentare il video: idea stupenda. grazie romaguido!

  7. Luca said

    Giovanni Boccia Artieri l’ho sentito al convegno su Second Life organizzato da Roma Tre. Tra i relatori che chiacchieravano a dismisura mi era sembrato uno dei pochi a dire cose concrete e utili.

  8. Melba said

    Alberto forse bisognerebbe prima chiedersi se secondlife è un social network. Io non lo vedo come tale e non lo considero un posto dove essere reperibile.

  9. Luca said

    Cosa cambia se consideri SL un social network? é vero anche io non lo vedo come tale, ma cosa cambia se lo consideri altro da un social network?

  10. Melba said

    Cambia lo scopo. C’è chi linka la sua pagina su un social network come presentazione del proprio profilo. Su facebook c’è persino la possibilità di crearsi un badge, il biglietto da visita.
    Alberto stesso ha fatto riferimento all’essere socialmente reperibili

    .

  11. Luca said

    Cambiando lo scopo, e su questo sono d’accordo. Cosa cambia a livello di privacy e di riservatezza dati?

  12. Melba said

    Vuoi dire a parte il fatto che su Facebook per esempio usano tutti il proprio nome reale?
    Su SecondLife c’è una striminzita pagina sul proprio profilo relativa alla tua vita reale, ne avrò viste al massimo due o tre compilate. In verità non gliene frega nulla a nessuno di cosa fai nella real life. Conta più quello che fai su SL.
    Su un social network, se vuoi utilizzarlo come profilo personale e se vuoi trovare contatti, per forza ci devi mettere i tuoi dati, le tue preferenze, i tuoi hobby, il tuo stato d’animo, quanti caffè bevi durante la giornata..

  13. Luca said

    Ma come mai una Second Life? Un avatar? un mondo riproposizione del reale? Google ha provato a aprire a luglio di quest’anno un ambiente come second life e già lo sta chiudendo.

  14. Luca said

    Cmq ho rivisto il video messo da Rosamaria è impressionante. Attenzione a cosa si pubblica in Rete.

  15. Melba said

    Le copie raramente hanno successo.
    Chi viene all’incontro su SL del 26?

  16. nessuno ha risposto comunque alla mia domanda, seppur errata nella forma.
    FaceBook, avendo vissuto l’evoluzione delle social network (fate conto che sono partito a 14 anni dalle prime chat di virgilio/yahoo, i vari C6…, per passare a badoo, agli spaces ecc…), è l’unica a mio avviso ad aver centrato l’obiettivo. Detto ciò SL non è quindi tecnicamente una social network perchè ha altri scopi, anche se il temine “social network” è, per così dire, molto ampio di significati.

    Passato questo scoglio le mie domande restano e possono essere modificate così: a csa serve realmente SecondLife ovvero devo essere iscritto a tutti gli “ambienti virtuali” per poter essere socialmente preso in considerazione?

    PS: comunque non era intrinseco nella domanda di prima il fatto che poi, attraverso i dati di SL, ti potessero chiamare a casa….

  17. Melba said

    Anch’io sono passata attraverso le varie chat in html, i C6, gli ICQ, ecc.
    Ma se vogliamo proprio cercare un’origine dei social network io li vedo più partire dai gruppi asincroni di discussione che non dalle chat e dagli istant messanger.
    Ricordo comunità come ICIcampus che avevano la struttura di una social network, molto popolare e distribuita in diversi paesi europei.

    Poichè non considero SecondLife un social network non posso prendere la domanda di Alberto per intero.

    A cosa serve SL?
    Per me è un mondo da esplorare, contiene informazioni che vanno cercate, idee da sviluppare e possibilità di socializzazione a livello internazionale. E’ anche un posto dove la creatività spazia, dove non sei solo spettatore ma puoi anche partecipare a costruire quel mondo.
    Quasi tutto quello che c’è è stato costruito dagli utenti. Le idee e i progetti che ho visto nascere sono molto stimolanti. Nessun altro posto online (che io sappia) ti mette a disposizione un linguaggio di programmazione e i ‘materiali’ per permetterti di creare qualcosa di cui detieni il copyright.

    devo essere iscritto a tutti gli “ambienti virtuali” per poter essere socialmente preso in considerazione?
    Penso che questo sia soggiettivo. Dipende da come intendi l’uso di internet. Se lo usi per avere visibilità, a più social network, blog, chat e compagnia bella ti iscrivi, più visibilità hai. E’ lineare.
    Io sono iscritta ovunque, ma non ho mai considerato la cosa da questo punto di vista. Forse sarebbe più corretto parlare di poter essere socialmente attivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: