Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

I social network e le vie telefoniche

Posted by Luca su 11 ottobre 2008

Il social networking approda sul telefono. Facebook è il sito di social network che oggi è di moda (per esempio trovate anche me registrato come molti che scrivono in questo blog). Nell’ultimo mese Facebook è cresciuto del 153%, e con l’aumentare degli iscritti aumenta il valore del sito.

Un pò di storia: Facebook nasce nel 2004 come sito che si propone di tenere in contatto gli studenti  di Harward. Il suo creatore è Mark Zuckenberg, che nel 2007 si prende il lusso di rifiutare l’offerta Yahoo di acquisto per un miliardo di dollari. Ora il suo valore è triplicato. Pensate in 4 anni un’idea vale come minimo 3 o 4 milardi di dollari. Non male come rendimento per un’idea.

Ora Facebook si sta spostando sul telefonino, quindi il social networking esplode: basta pensare al numero di cellulari a disposizione molto maggiore del numero dei computer oggi in uso. Il cellulare è sempre con la persona in ogni momento, sta diventando sempre più un prolungamento del corpo della persona soprattutto in Italia, dove una persona ha in media 2,5 telefonini.  In questo scenario già da molti mesi si sta parlando del passaggio dal web 2.0 al web 3.0, caratterizzato dalla connessione continua della persona alle attività della Rete. Questa connessione sarà possibile grazie al cellulare. Nel web 3.0 la persona potrà dedicarsi a attività sociali, commerciali e ricreative in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi luogo.  Il privato diventa pubblico, il pubblico diventa privato, non c’è più separazione tra sfera lavorativa e sfera privata, tra tempo di lavoro e tempo di riposo.

Vi segnalo due novità interessanti:

Yahoo ha appena presentato “oneConnect” un’applicazione che porta sul cellulare tutti i contatti personali presenti su computer e nelle community in cui l’utente è abitualmente registrato. E’ facile quindi rimanere in contatto con le persone dela propria community quando si è lontani dal computer.

Buongiorno partirà invece tra qualche settimana con Blinko, piattaforma tecnologicamente studiata per portare sul cellulare le Web community della Rete. Una opportunità è rappresentata dal raggruppamento degli amici, che potrà essere realizzato attraverso i numeri telefonici della rubrica, oppure i contatti delle chat di Msn o di Icq.

Il futuro sembra  essere sempre più nel social network.

Annunci

12 Risposte to “I social network e le vie telefoniche”

  1. romaguido said

    Attento Luca,
    a furia di seguire la moda,
    potrebbe capitarti questo!!!

  2. Giorgia C said

    Rosamaria, sei troppo forte…ma dove l’hai scovato??? Ragazzi che video!

  3. Melba said

    Hai ragione Giorgia, il video è assolutamente da vedere!

  4. Luca said

    Il video è bello e alla fine rappresenta molte delle idee che sostengo da tempo. La mania dei social network è una bolla? come lo è stata Second Life? O ancora prima il miracolo delle aziende netcom? Oppure dopo lo sgonfiarsi della bolla rimarrà l’uso reale e utile della tecnologia, come diceva Lotito qualche tempo fa.
    Cmq i social network come FaceBook e anche Myspaces ancora funzionano e bene, a differenza di Second Life sempre più in crisi.

  5. zoltarino said

    Allora ritroviamoci tutti anche in facebook…

  6. Luca said

    Ciao Simona, già trovi molti di noi su Facebook, in pratica stiamo frequentando sempre di più gli stessi luoghi. Apro skype e parlo con diversi di voi, apro il blog e leggo e commento i vostri articoli, apro facebook e trovo i vostri profili.
    Staremo diventando una sorta di setta?

  7. romaguido said

    Mentre vado scoprendo che le nostre perplessità sono condivise da tanti e che l’articolo de il Foglio sembra aver rappresentato per Facebook quello che “Le mie prigioni” sono state per gli austriaci, mi imbatto, sempre su FB, nel resoconto di una chat tra Ibridamenti Venezia e Salvatore Pontecorvo. Salvatore cita Calvino ne “Le città invisibili”:
    L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando tutti insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.
    E Ibridamenti spiega:
    “Ecco questo volevo dire. Io sono per il secondo modo: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.
    Facebook è uno strumento che fa incontrare le persone.
    E’ uno strumento. Come un cacciavite, una lavatrice o un telefono. Dipende dall’uso che ne faccio. Col cacciavite posso avvitarci la sedia comprata all’Ikea, o scannare il mio vicino di casa. Dipende, appunto.”

    Mi sembra un’opinione saggia che, in fondo, rispecchia la mia idea della rete. Forse è giusto che faccia un bell’esame di coscienza: comincerò a parlare di Facebook solo dopo averne imparato tutte le funzioni e stabilito con chiarezza che uso farne.

  8. Luca said

    Ciao Rosamaria, bello l’articolo da te citato, Comunque a me facebook piace. Ne sono stato alla larga per molto tempo fino a quando Giorgia mi ha detto diverse volte di esserne proprio presa. Così mi sono iscritto e in poche settimane ho risentito persone che avevo perso di vista da anni. Sarà anche una finta socializzazione, ma a me piace.

  9. Giorgia C said

    Luca non penso si tratti di una finta socializzazione, almeno non in tutti i casi. Facebook ti può far ritrovare persone che non vedi da moltissimi anni, come ad esempio dei compagni di scuola: può esserci un entusiasmo momentaneo che si dissolve nel giro di pochi giorni, i compagni te li tieni nell’elenco degli amici ma non li senti mai, non vi mandate messaggi e non decidete di vedervi. Questo capita spesso, soprattutto a chi, secondo me, aggiunge amici per fare numero.
    Oppure può capitare che Facebook diventi lo stimolo per ritrovarsi, per raccontarsela un pò e poi magari per rivedersi di persona, se spazio e tempo lo permettono. Ecco che allora, secondo me, diventa socializzante, ti permette di ricostruire gli intrecci relazionali della vita reale che per vari motivi si erano sciolti. Certo, mi rendo conto che il più delle volte questo non succede, ma anche nel caso di un unico rapporto che si ritrova per me ne è comunque valsa la pena.

  10. Luca said

    E’ vero Giorgia: molti amici del passato appartengono a un tempo ormai lontano. Li si aggiunge nella lista degli amici ma poi non li si sente. Con altri invece ho ripreso a sentirli dopo averli ricontattati su Facebook, mentre invece sento spesso persone conociute solo on line come te per esempio.l Cambia anche il concetto di amico: è più amico una persona che hai conosciuto tanti anni fa o una persona che non conosci realmente e ci parli solo in chat?

  11. Luca said

    Tornando a casa ho ascoltato una notizia sconvolgente che ha come sfondo il mondo Facebook. Un uomo ha ripetutamente accoltellato la moglie perchè la donna, quattro giorni dopo aver allontanato il marito di casa, aveva scritto che era single sul social network. Il marito assassino ha raccontato alla polizia di essersi sentito umiliato e devastato nel vedere il profilo della moglie con lo status di single.
    La scusa della subita umiliazionetecnologica non ha impietosito i giudici inglesi che hanno condannato l’uomo all’egastolo.

  12. Luca said

    E’ vero Rosamaria. L’accaduto dimostra che bisogna stare molto attenti a come ci si desteggia negli aggiornamenti del proprio profilo personale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: