Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

La televisione passiva e l’apologia del cineforum

Posted by Luca su 31 agosto 2008

Ho trovato un interessante articolo di Gabriele Pedullà:

“La televisione favorisce la passività. Gli spettatori sono tenuti prigionieri. L’onnipresenza degli audiovisivi fiacca le capacità di resistenza alla propaganda. Siamo abituati a sentire ripetere spesso frasi come questa che abbiamo smesso di interrogarci sulla loro attendibilità. il discorso merita tuttavia un’ulteriore riflessione. Quando il cinema si vedeva solo al cinema, gli spettatori erano obbligati a fare esperienza del film secondo un codice di comportamento unico, ma la diffusione di videoregistratori, lettori, videofonini, palmari oltre, che appunto, della televisione ha cambiato tutto.La sala cinematrografica, così come la sua antenata (la sala teatrale all’italiana inventata dagli architetti del Rinascimento), è stata pensata per un pubblico dedicato. Immobile, silenzioso, attento, disciplinato. E ricettivo. La televisione invece, soprattutto da quando è regolata dall’utilizzo del telecomando, ha sancito il passaggio dalla passività assoluta a una forma di sfrenata attività. E l’affrancamento dalle costrizioni a cui si sono dovuti sempre sottoporre gli spettatori. Oggi siamo dunque e senza dubbio più liberi. Non è detto che questa nuova condizione sia così favorevole. Già pensati per la loro trasmissione televisiva, i nuovi film non godono più della protezione della sala e sono costretti a guadagnarsi l’attenzione del pubblico fotogramma per fotogramma, un pò come succede nei videoclip musicali (montaggio sincopato, movimenti di macchina frenetici), in modo da evitare che lo spettatore cambi canale o passi alla scena successiva. Ma sopratutto la fine dell’azone disciplinante della sala trasforma radicalmente la reazione degli spettatori”.

In questo quadro generale secondo me occorre riscoprire il  cineforum come strumento pedagogico di comunità. Attraverso la visione collettiva e il confronto su temi di interesse comune la visione solitaria dell’evento si trasforma in visione collettiva e mezzo per discutetere e confrontarsi.

Annunci

2 Risposte to “La televisione passiva e l’apologia del cineforum”

  1. romaguido said

    Condivido pienamente, Luca.
    Trovo che la produzione ispirata alla decima musa sia un ottimo strumento di approfondimento e riflessione su temi che altrimenti potrebbero risultare ostici o poco attraenti. Perchè non prendere in considerazione il cineforum come valida opportunità per un “criss crossed landscape” che permetta un recupero per così dire “ludico” di conoscenze e competenze talvolta irrimediabilmente accantonate?

  2. romaguido said

    Luca penso che la tua iniziativa di riservare agli iscritti al gruppo yahoo dei tutor on line qualificati un corso gratuito sulla valenza pedagogica del cineforum sia davvero lodevole.
    Un grazie di cuore a nome di tutti gli iscritti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: