Tutor online qualificati

Il blog del gruppo Tutor Online Qualificati

Incontri virtuali

Posted by Melba su 15 agosto 2008

Quando si dice ‘il mondo è piccolo’… direste mai che lo è anche internet?

Guardate un po’ cosa ha combinato la nostra Catepol:

http://ibridamenti.splinder.com/post/18075261/incontri+virtuali+2.0

Annunci

5 Risposte to “Incontri virtuali”

  1. tutoronlinequalificati said

    E’ vero, il mondo di internet è piccolo e questo conferma la famosa teoria dei 6 passi o sei gradi, secondo cui attraverso un contatto che tira l’altro ogni individuo potrebbe contattare il presidente degli Stati Uniti.
    Però c’è un però, ora va di moda la socializzazione in rete, ma quella reale esiste?, esiste socializzazione nel mondo reale? Ho visto tempo fa una vignetta che ironizzava su questo, c’era uno che diceva di non poter uscire a cena con gli amici perchè doveva socializzare in rete. Ecco nel link riportato da Barbara due persone che lavorano nello stesso edificio non si conoscono pur trattanti interessi similari e si vengono a conoscere grazie a Caterina che sul suo blog posta un articolo. A volte mi sembra che questa socializzazione in rete sia uno schermo difensivo rispetto ai contatti della vita reale. “Non ho tempo per uscire la sera, perchè devo essere in chat”: no se è così non va bene.

  2. romaguido said

    Nel mio messaggio n* 1267 (mailing list del ns gruppo), in risposta ad un quesito di Alessandra, che riteneva la collaborazione on line più utile e fattiva rispetto a quella in presenza, dicevo:
    “Ogni generalizzazione è abbastanza fuorviante, ma è fuor di dubbio che i rapporti umani siano complicati tanto nella vita quanto nella rete. Sta al buonsenso di ognuno comprendere che “l’unione fa la forza”, che insieme “si moltiplicano le gioie e si dividono i dolori”, ma pochi sono realmente disposti a mettersi in gioco nel perseguire mete collettive.
    In rete, in genere, c’è il vantaggio di un interesse comune che funge da legante, mentre la distanza e la mancata conoscenza diretta costituiscono un ottimo deterrente per le invidie e le competizioni, che invece caratterizzano gli ambiti più ristretti … ma il web non può e non deve essere un rifugio, un porto sicuro cui approdare perché delusi da tutto il resto. E’ solo un ambiente alternativo, più versatile, dinamico, affascinante, che in nessun caso potrà surrogare la vita reale, con tutte le gioie ed i dolori che la caratterizzano”; (ed ora aggiungo) ben venga se, usato con criterio, riesce a completare, migliorare, allargare gli orizzonti di ognuno di noi, se dà la possibilità di riconoscere e coltivare affinità elettive con soggetti che, distanti chilometri da noi, non avremmo mai la possibilità di incontrare nella vita reale. In merito alla comunicazione sincrona chiamata in causa da Luca ricordiamo che, trattandosi ancora una volta di un mezzo neutro, sta a noi sfruttarne le infinite potenzialità per allacciare legami che, arricchendoci, ci diano la possibilità di tesaurizzare nella vita reale i progressi raggiunti.
    Ma che cosa ha la chat di tanto attraente da influenzare le nostre abitudini quotidiane? Una risposta convincente ci viene dalla sintesi del libro “Chat: incontri e scontri dell’anima“, di Mario Troiano e Loredana Petrone, Editori Riuniti, 2001 (http://www.ibs.it/code/9788835950691/troiano-mario/chat-incontri- scontri.html); vi si legge infatti: “Con le chat line il concetto di intimità, di seduzione, di innamoramento, di incontro subiscono delle trasformazioni, il corpo viene abbandonato e si fanno largo le parole. Le chat diventano luogo di incontro dell’Anima, come nell’accezione junghiana, intesa come luogo femminile perché, per la prima volta, l’uomo deve accettare un incontro al di là della fisicità, confrontandosi egli stesso con il suo lato femminile. Sono le parole con il loro potenziale evocativo ad ammaliare, sedurre, far innamorare, creare un’identità reale o presunta. A volte, però, ci si potrebbe imbattere in trappole…”.
    Concludiamo tornando al quesito di Luca: la chat che limiti o addirittura impedisca rapporti interpersonali reali è un chiaro sintomo della incapacità di socializzare con chi ci è più vicino?
    Ancora una volta dipende dalle persone e dalle situazioni. La chat avviene comunque con persone in carne ed ossa, anche se nn possiamo vederle; si tratta di soggetti che abbiamo scelto e che ci hanno scelto in base a ciò che traspare da pensieri scritti, persone con le quali allacciamo un rapporto di comunicazione verbale che riteniamo gratificante e produttivo.
    Nella cosiddetta vita reale, invece, non sempre frequentiamo persone scelte con la stessa disinvoltura e libertà; mi vengono in mente, per esempio, certe riunioni di circoli, club, associazioni, in cui, millantando l’adesione a grandi ideali, in realtà nn si fa che altro che dare sfogo a invidie, gelosie, maldicenze, interessi personali. Ecco, rispetto a manifestazioni del genere, la chat è senz’altro più produttiva, più utile, più gratificante. Non è sicuramente la stessa cosa, invece, laddove si abbia la possibilità di incontrare dal vivo persone interessanti e gradevoli il cui rapporto ci soddisfi in maniera almeno sufficiente.

  3. Luca said

    Ok sono d’accordo , sto cercando la vignetta che avevo visto su You Tube in merito alla persona che non può uscire con gli amici perchè deve socializzare in Rete.
    Ecco la Rete a volte è un rifugio dalla vita reale.

  4. romaguido said

    Forse era questa la vignetta a cui ti riferivi, Luca?

    Davvero brutta, ma mi sembra esagerata.
    Il post che la riporta fa riferimento ad una inchiesta statunitense secondo cui una certa percentuale di americani non potrebbe fare a meno di internet per più di qualche giorno.
    I commenti italiani al post mi sembrano invece del tutto rassicuranti ed equlibrati.

  5. Luca said

    No Rosamaria, non era questa. Quella che mi aveva inviato Laura era divertente ma al tempo stesso faceva riflettere sul tempo in rete e sul tempo speso nella vita reale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: